Alla scoperta di Anghiari: il borgo della “battaglia” di Leonardo

Anghiari

Anghiari non è uno dei tanti borghi medievali della Toscana: questo paese è molto di più perchè riesce a trasmettere un senso di pace indescrivibile e passeggiare attraversando i suoi vicoli è davvero un’esperienza meravigliosa. Situato in provincia di Arezzo, Anghiari è stato inserito tra i borghi più belli d’Italia: un riconoscimento senz’altro meritato che ne ha ulteriormente aumentato l’interesse da parte dei turisti.

Se vi trovate nei paraggi, è davvero un peccato non dedicare qualche ora a questo meraviglioso paese medievale. Teatro nel 1440 della famosa battaglia dipinta da Leonardo Da Vinci nel celebre affresco rimasto incompiuto, Anghiari ci regala scorci indimenticabili e monumenti che vale sicuramente la pena andare a visitare.

Cosa vedere ad Anghiari: 3 attrazioni da non perdere

Anghiari è il classico borgo medievale che entra nel cuore sin da subito: basta passeggiare tra i suoi vicoli per immergersi in un’atmosfera d’altri tempi e ritrovarsi ad ammirare scorci davvero suggestivi. La prima cosa da fare in questo paese quindi è quella di parcheggiare l’auto ed iniziare a camminare, avventurandosi tra le stradine che si snodano tra case ed edifici storici.

Naturalmente non mancano i monumenti, quindi vediamo subito quali sono i principali da ammirare e non perdere ad Anghiari.

Booking.com

1. Torre dell’Orologio

La Torre dell’Orologio è una delle prime attrazioni che saltano all’occhio passeggiando per i vicoli del borgo, perchè spicca in altezza ed è sicuramente suggestiva. Eretta originariamente nel 1300, andò distrutta due secoli dopo e fu ricostruita nel 1600. In quest’occasione fu costruito anche l’orologio, famoso perchè si tratta del più antico d’Italia dopo quello di Palazzo Vecchio a Firenze. Merita senz’altro una visita, anche perchè non si perde molto tempo per ammirarla.

2. Museo della Battaglia e di Anghiari

Imperdibile è anche il Museo della Battaglia e di Anghiari, che si trova all’interno di Palazzo Marzocco ed ospita un’ampia collezione di reperti storici legati al territorio, dalla Preistoria al 1700. Un’intera area del museo è naturalmente dedicata alla famosa Battaglia di Anghiari, con cenni storici ma anche artistici legati alla rappresentazione pittorica di Leonardo da Vinci rimasta incompiuta.

3. Palazzo Taglieschi

Palazzo Taglieschi è una tappa imperdibile per tutti gli appassionati di arte. Affacciato su Piazza Mameli, ospita infatti il museo statale al cui interno sono conservate numerose opere famose tra cui la scultura della Madonna in legno policromo di Jacopo della Quercia e le terracotte dei Della Robbia.

I dintorni di Anghiari: la celebre Madonna del Parto a Monterchi

A meno di 10 km da Anghiari si trova un altro bellissimo borgo ossia Monterchi: una tappa da non perdere assolutamente se siete appassionati di storia dell’arte. Qui infatti, all’interno dei musei civici, è conservato uno dei più celebri affreschi di Piero della Francesca: la Madonna del Parto. In appena 10 minuti di auto potrete quindi raggiungere anche questo luogo, che sicuramente merita una visita e può rivelarsi la ciliegina sulla torta, la conclusione perfetta di una giornata alla scoperta delle meraviglie della Toscana. Monterchi è meno affascinante di Anghiari a livello architettonico, ma è comunque bellissimo quindi fidatevi: vale la pena dedicarci un paio d’ore!

Prenota la tua vacanza da sogno

Trova la struttura migliore